Cure termali pagate ai politici da un popolo dormiente

cure termali ai politiciCure termali pagate ai politici

Ebbene sì, fra i numerosi ai riservati ai politici c’è uno spazio anche alle cure termali. Ovviamente tutto a spese dei cittadini.

La denuncia arriva da Andrea Cecconi, deputato del Movimento Cinque Stelle, il quale ha pubblicato online la missiva ricevuta dalla Camera dei Deputati nella quale lo si avvisa che dal mese di Giugno le cure termali non saranno più rimborsate.

Lo scandalo è un popolo che non si ribella

In un altro Paese questo sarebbe uno scoop tale da far scoppiare una rivoluzione, in Italia invece la notizia passa sotto traccia, come fosse tutto normale. Ed è questo lo scandalo maggiore, ancor più di aver concesso alla classe politica di farsi i bagni a spese nostre. Perché questo popolo dimostra ancora una volta di essere schiavo della propria ignoranza, del proprio parassitismo, del nostro delegare agli altri una rivoluzione che non faremo mai. Una rivoluzione prima di tutto culturale, che parte dalle menti e dalle coscienze di ognuno di noi.

Un popolo che non scrive la propria storia…

Ciò che indigna ancor di più è un popolo che non si ribella, che non vuole scrivere la propria storia. Un popolo incapace di avere una propria criticità, un popolo che invece di sognare un futuro da lavoratore si accontenta di 80 euro e promesse vane. Un popolo che fa la guerra fra di sé per difendere la propria bandiera mentre loro, i politici, quelli che bandiere non ne hanno, dopo le cure termali firmano la precarizzazione del nostro lavoro per comprarci con pochi spiccioli, con salari da fame.

Per dovere di cronaca ecco il post di Cecconi dove si può leggere anche il testo della lettera ricevuta:

“Oggi i Questori mi hanno informato che da giugno, ai Deputati non saranno più rimborsati i soggiorni per le cure termali. La cosa che mi sconvolge di più è che ne abbiano beneficiato fino ad oggi. Io sarei a Roma per lavorare, non per fare le gite a spese dei cittadini…

 

“Cara/o collega,

Ti informiamo che il collegio dei deputati Questori ha stabilito, in conformità a quanto già previsto da altri fondi di assistenza sanitaria, ivi compreso quello del Senato, che non sarà più contemplato, a decorrere dal 1 giugno 2014, il rimborso per le spese di soggiorno relative alle cure termali.”

cure termali ai politici

fonte

 

 

  • elisa5

    come fate a togliere loro i bagni termali dato che oltre quel poco di cervello hanno anche i coglioni intoprpiditi.

    • http://controcorrenzi.altervista.org/blog ControcorRenzi Blog

      io glieli lascerei intorpidire definitivamente. E’ giunto il momento che la legge sia uguale per tutti, che tutti possano avere il diritto di lavorare, di mangiare e perchè no, pure di farsi le vacanze o le terme. Ma loro non più o, almeno, non con questo abuso di potere